Storia (per bambini) di come è nato il mondo

Pubblicato il
Creazione del mondo

Esistono tante storie su come è nato il mondo. Una dice che Dio lo ha creato in sei giorni, e il settimo si è riposato. Un’altra dice che Dio era femmina, si chiamava Eurinome – dea di tutte le cose – ed era a sua volta nata dal Caos.

Una racconta che c’era un grande fiume, chiamato Oceano, e che dal fiume sono nati tutti. Sono in molti, in verità, a credere che all’inizio ci fosse soltanto l’acqua (compresi gli Indiani d’America). Poi c’è la Notte dalle ali nere, che incontra il Vento e depone un Uovo d’argento.

Per i fenici, all’inizio, c’erano solo il vento e la polvere; poi arrivò Desiderio. Una leggenda Inuit (popolo che vive in Groenlandia) narra che il Corvo e sua moglie erano gli unici esseri viventi in una landa desolata. Dice anche che si annoiavano molto – tutti quelli che c’erano all’Inizio degli Inizi si annoiavano molto – ma il corvo era troppo pigro per inventare qualcosa, così fece tutto sua moglie, da sola, mentre il marito dormiva.

Per gli egiziani c’erano soltanto 8 creature, con la testa di rana (i maschi) o di serpente (le femmine). Si fusero tra loro formando il Grande Uovo, dal quale è nato tutto il resto. Anche in Cina c’era soltanto un Uovo, con dentro il buio e il caos. Dall’Uovo uscì il gigante Panku. E anche lui dovette inventarsi qualcosa per vincere la solitudine. Per i babilonesi esisteva Marduk, il guerriero, che doveva vedersela ogni giorno con i draghi mostruosi.

Per i finlandesi, all’inizio, esisteva soltanto Luonnotar, la figlia del Vento. In tutti i casi, all’inizio, l’universo era un posto buio, sporco e inospitale. Un posto dove nessuna divinità avrebbe voluto restare.

Poi c’è la storia di Booom! È nato l’universo. Narra che c’è stata una grande esplosione e da lì sono venute fuori un sacco di cose. Noi compresi. A raccontarcela è Ipazio, sceriffo dello spazio: un pollo col distintivo.

Partorito dalla fantasia e dal lavoro di un gruppo di autori della Di Renzo Editore – con la consulenza scientifica di Francesco Paresce, astrofisico che ha partecipato alla progettazione del telescopio Hubble – Booom! È nato l’universo è un libro che racconta la nascita delle stelle, dei pianeti e dell’uomo, ad uso e consumo dei bambini.