L’eterno fascino dell’aforisma

Aforismi di Giordano Bruno

È breve ma intenso. È estrapolato da un testo più ampio, ma funziona meglio da solo. È immediatamente fruibile ma s’imprime indelebile nella nostra memoria. È l’aforisma, una massima che esprime in maniera esatta e concisa il frutto della lunga esperienza di chi l’ha pronunciata.

Chi non ne conosce almeno uno? “La vita è ciò che ti accade quando sei tutto intento a fare altri piani”, “Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce”, “La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.

Aforismi di Giordano BrunoSpesso confuso con la citazione o la frase celebre, l’aforisma si distingue per la sua “pretesa” di definire qualcosa o qualcuno, e di farlo con il minor numero possibile di parole: il suo nome deriva infatti da un verbo greco, che significa proprio “delimitare”.

Oltre alla brevità, la sua caratteristica è l’isolamento testuale, che gli consente di funzionare perfettamente da solo anche quando è parte di testi che lo incorniciano senza però inglobarlo del tutto. Rigorosamente in prosa, l’aforisma si definisce anche per il suo effetto a sorpresa, che lascia di stucco chi lo legge e lo rende letteralmente “indimenticabile”.

Tra gli autori più apprezzati Oscar Wilde, Antoine Saint-Exupery, Gandhi, Woody Allen, Confucio, Albert Einstein, Paulo Cohelio. In continuo aggiornamento anche i mezzi della sua diffusione: libri e riviste un tempo, poi spille, adesivi, segnalibri, magliette. Oggi internet e i social ne sono invasi: la vita, l’amore, l’amicizia sono temi universali che vanno per la maggiore.

Proprio la diffusione sulla rete ha spinto Guido del Giudice a editare un piccolo volume di aforismi di Giordano Bruno, molto citato ma spesso a sproposito o in modo inesatto. Del Giudice raccoglie 200 aforismi di Giordano Bruno con l’intenzione precisa – espressa nel sottotitolo – di illustrare il pensiero del grande filosofo nolano.

Si propone, però, anche di affrancare gli aforismi bruniani – “scintille d’infinito” che ne illuminano l’ingegno – dalle interpretazioni a carattere magico, astrologico o profetico, così diffuse nella rete. I temi sono quelli cari a Bruno (Dio, l’intelletto, la natura, la fede, la religione), ma anche quelli che interessano ai più (l’amore, la magia, le vicissitudini della vita, la morte).

Forse per un eccesso di precisione, sono a volte un po’ troppo lunghi, perdendo quella concisione che rende questo genere così popolari; non per questo però risultano meno incisivi.

Recita il no. 75: “I savi vivono per i pazzi, e i pazzi per i savi. Se tutti fossero signori, non ci sarebbero signori: così, se tutti saggi, non ci sarebbero saggi, e se tutti pazzi, non ci sarebbero pazzi. Il mondo sta bene come sta.” Breve, intenso, memorabile, come l’aforisma perfetto.