Sì, viaggiare… 10 libri per andare dove vuoi

Mentre i governanti di tutto il mondo discutono su come e a chi aprire i propri confini, tutti noi ci chiediamo come saranno le nostre vacanze. C’è chi non ha ancora il coraggio di mettere il naso fuori casa; chi è intenzionato a risollevare il turismo del nostro Bel Paese passando le ferie girovagando per lo Stivale; chi non si rassegna all’idea di dover rinunciare al paradiso tropicale o al viaggio d’avventura. C’è pure chi, in tutta onestà, si chiede se dopo mesi di segregazione domestica sia davvero necessario riposarsi ancora.

In attesa di capire cosa si potrà fare e come, presi nell’eterno dilemma tra mare e montagna, vi proponiamo un tipo di vacanza che nessuna restrizione può fermare: 10 libri per viaggiare con il pensiero e la fantasia là dove per il momento è meglio non avventurarsi. Dieci “pacchetti” che vi faranno dimenticare, per qualche pagina, il viaggio da sogno che progettavate da tempo o il relax agognato da tutto l’anno.

Per gli amanti della montagna, una guida d’eccezione vi farà scoprire le bellezze e le insidie delle Alpi svizzere: Heidi. A chi invece non può proprio fare a meno del mare, proponiamo una prospettiva diversa: una Gita al faro.

Se siete il tipo da grandi metropoli, vi invitiamo a Colazione da Tiffany: New York non delude mai. Se preferite l’Europa, una bella visita a Notre Dame de Paris è quello che fa per voi.

Per chi preferisce mete lontane, magari poco frequentate, vi proponiamo la Patagonia, solitaria e incantata, oppure un bel Giro del mondo in 80 giorni, frenetico e vivace. Se, però, alla meta preferite il viaggio di per sé, vi consigliamo di mettervi Sulla strada, magari lasciandovi guidare dai Diari della motocicletta di altri viaggiatori come voi.

Se amate l’esotico e magari vi va di farvi un giretto in Oriente, sappiate che da quelle parti La viaggiatrice leggera, senza bagagli e senza pregiudizi, se la cava sempre. Se invece state inseguendo le vostre radici, non lasciatevi scoraggiare da un tour operator non proprio organizzato: alla fine del viaggio (interiore) scoprirete che Ogni cosa è illuminata.

Infine, se siete il tipo stanziale, a cui basta un fazzoletto di terra per viaggiare con la fantasia nelle storie della tradizione, lasciatevi guidare dalla strega Janara alla scoperta di Procida: non ve ne pentirete.

 

Foto di Dariusz Sankowski da Pixabay