Il significato dei sogni.

Pubblicato il
sogni

Cosa sono i sogni? I sogni sono storie e immagini che le nostre menti creano mentre dormiamo. Possono essere divertenti, romantici, inquietanti, spaventosi e alle volte bizzarri.

Tra il concetto di sogno delle neuroscienze e quello della psicanalisi ci sono differenze significative.

Il neuro-scienziato si interessa alle strutture coinvolte durante la produzione dei sogni, lo psicoanalista si concentra invece sul significato dei sogni e la storia del sognatore.

Ma perché sogniamo?

Ci sono diverse ipotesi sul perché si sogna. I sogni sono solo una parte del ciclo del sonno o hanno qualche altro scopo? Gli esperti non hanno ancora capito pienamente perché sogniamo o le cause che scaturiscono i sogni.

I sogni rappresentano desideri o desideri inconsci, servono per interpretare segnali causali del cervello, a trattare e consolidare le informazioni raccolte durante il giorno. Sono un’esperienza umana universale che può essere descritta come uno stato di coscienza caratterizzato da eventi sensoriali, cognitivi ed emozionali durante il sonno. Chi sogna ha un controllo ridotto del contenuto del sogno tranne in rari casi dove il sogno viene detto sogno lucido.

Il sogno lucido è uno stato del sonno dove il sognatore è cosciente di sognare e di conseguenza può controllare alcune fasi del sogno riuscendo anche a modificarlo.

Principalmente si sogna nella fase REM, la quinta fase degli stadi del sonno, in cui la respirazione diventa più rapida, irregolare e superficiale. Chi si sveglia nella fase REM è di solito molto attivo e racconta sogni bizzarri e illogici.

Ma cosa si sogna più frequentemente?

Un recente studio su popolazioni diverse e di differenti età ha stilato una lista dei sogni più frequenti. Tra i primi 5 più frequenti ci sono la scuola e lo studio, la fuga da qualcuno che ci insegue, le esperienze sessuali, le cadute nel vuoto e il fare tardi ad un appuntamento.

Sognare di volare è tra le prime dieci posizioni in questa strana classifica, e dal 1956 al 2000 si è registrato un aumento delle persone che sognano di volare, forse per via dall’aumento dei viaggi in aereo.

Quello che spesso ci chiediamo è se i sogni possono predire il futuro. Gli esperti suggeriscono che quando ciò accade, di solito è dovuto alla coincidenza, a una falsa memoria o all’inconscio che collega insieme informazioni conosciute.

I sogni possono aiutare le persone a conoscersi meglio e a scoprire i propri sentimenti. Le persone che cercano di dare un senso logico al proprio sogno dovrebbero riflettere su cosa vuol dire per loro quel determinato sogno. Non esistono libri utili per l’interpretazione universale dei sogni. Ognuno dovrebbe riflettere sulla propria vita e su quello che ha sognato e trovare delle connessioni.

Ma perché i sogni si dimenticano facilmente?

I ricercatori stimano che 5 minuti dopo essersi svegliati si dimentica il 50% del sogno arrivando a dimenticare il 90% dopo 10 minuti. La maggior parte dei sogni vengono dimenticati appena svegli.

Non c’è una risposta certa a questa domanda ma si può ipotizzare che i sogni vengano ricordati meglio quando:

  • ci si sveglia senza un allarme sonoro
  • si cerchi di mettere a fuoco subito il sogno
  • si cerchi di scrivere il sogno

Un’altra domanda che spesso viene fatta al web è “tutti sogniamo”?

La risposta è sì. Tutti sogniamo, anche se una piccola percentuale di persone sottoposte a studi clinici hanno riferito di non ricordare il sogno o di non aver sognato. Si pensa che la maggior parte delle persone sogni da 3 a 6 volte a notte con una durata da 5 a 20 minuti per sogno.

Aldo Carotenuto nel suo libro Nel mondo dei sogni afferma:

“Ancora oggi che ognuno di noi, al risveglio, conosce il sapore di quella sensazione ovattata che ci spinge a domandarci che cosa quello strano e particolare sogno fatto abbia voluto dirci. Ed avverte la sensazione che l’interpretazione giusta, esatta, sia necessaria, nella convinzione che esso si sia generato e sviluppato in autonoma vita notturna, non a caso, se mai per indicarci la via dritta e per darci suggerimenti da seguire da svegli”.