#leggiirresponsabilmente

Di Renzo Editore

Abbiamo la scienza nel DNA

Qual è il libro più tradotto al mondo?

21 Aprile 2021

Escludendo Bibbia e Corano, che anche in epoca di crisi ideologica e religiosa continuano a contendersi il primo posto, il libro di narrativa più tradotto al mondo è “Il piccolo Principe” del francese Saint-Exupéry, seguito (sorpresa!) dall’italianissimo “Le avventure di Pinocchio” di Collodi.

Terzo ambito posto dell’inglese Lewis Carroll, con “Alice nel paese delle meraviglie”. E poi? Le “Fiabe” del danese Andersen e “Ventimila leghe sotto i mari” del francese Verne.

Francia che la fa da padrona anche con il sesto posto di “Le avventure di Asterix”. E pensate un po’: “Harry Potter” è soltanto decimo, dopo “Le avventure di Tintin” (Belgio), “L’Alchimista” (Brasile) e l’intramontabile “Pippi Calzelunghe” della svedese Astrid Lindgren (nono).

Appare evidente che, con la sola eccezione del libro di Coelho, la letteratura per l’infanzia fa la differenza, nelle classifiche dei libri più venduti e tradotti (sempre che si voglia considerare il titolo di Saint-Exupéry di argomento esclusivamente giovanile).

E in Italia, a parte Pinocchio, quali sono i libri più tradotti?

Secondo le ricerche della bibliofila Noemi Veneziani, il secondo posto spetta a “Don Camillo. Mondo Piccolo” di Guareschi e il terzo a “Il nome della rosa” di Umberto Eco.

Qualche numero: Pinocchio vanta 261 traduzioni (volendo contare anche una recente edizione in dialetto milanese); Eco ne conta 51 e Guareschi… ufficialmente 59, ma c’è una particolarità: avendo l’autore concesso gratuitamente i diritti di traduzione delle sue opere ai missionari, si contano innumerevoli versioni in dialetti africani, asiatici e sudamericani. E così Guareschi è oggi l’autore più letto al mondo, con ben 311 traduzioni tra tutte le sue opere.

Altre ragioni d’orgoglio sono i numeri nelle vendite per singole traduzioni: Elena Ferrante è la traduzione più nota in inglese; Camilleri, Carofiglio e Carlotto i più tradotti in tedesco. Ma sapete qual è l’autore italiano più tradotto in spagnolo? È una donna: Carolina Invernizio. Non sapete chi sia? Scriveva romanzi d’appendice tra fine Ottocento e inizio Novecento, e in America Latina era una vera celebrità.

La nostra personalissima classifica di editori vede al primo posto del catalogo 2021 Carlo Rovelli, con “Che cos’è il tempo? Che cos’è lo spazio?”; al secondo Margherita Hack, con “Una vita tra le stelle”; e al terzo Angela Capobianchi, con “Le ragioni del lupo”.

Foto di Eli Digital Creative da Pixabay