Marconi, mio padre

15,00

Autore: Degna Marconi Paresce
COD: 9788883232060 Categoria: Tag:
   

Quarta di Copertina

Con un’appassionata e minuziosa opera di ricerca, consultando documenti ed epistolari, viaggiando nei luoghi “storici” e in quelli amati, interrogando colleghi, amici, conoscenti e collaboratori di suo padre, Guglielmo Marconi, e raccogliendo le confidenze della madre, la figlia dello scienziato, Degna Marconi Paresce, ne fa rivivere in queste pagine la leggendaria e discussa figura.

Si trattava certamente di un genio se nel 1894, a soli vent’anni, aveva già inventato il telegrafo senza fili e a ventitré, con un innato senso degli affari, ne aveva depositato il brevetto a Londra. A lui si deve l’ingresso delle comunicazioni nell’era moderna: nel 1904 riuscì, dopo vari tentativi, a far pervenire segnali radio oltre Atlantico (dimostrando così che la curvatura terrestre non ostacolava la trasmissione delle onde radio, come allora si credeva).

Sposatosi nel 1905 con una nobildonna irlandese, ricevette nel 1909 il Premio Nobel per la fisica. Visse più in Inghilterra che in Italia, fu certamente, come si dice, cittadino del mondo. Amò la scienza, la sua famiglia e i figli, ma anche, e molto, le belle donne; fu, come lo definisce l’autrice in questa lucida ma affettuosa ricostruzione, “uomo di due secoli e di due patrie”. Non si schierò subito contro il fascismo, non avendone valutato appieno le implicazioni, ma dopo la guerra d’Etiopia, capì. La morte lo colse il 20 luglio 1937 quando aveva appena deciso di lasciare definitivamente l’Italia per l’Inghilterra.

Informazioni Libro

Autore

Degna Marconi Paresce

Anno Edizione

2008

Pagine

304

Recensioni