Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

FermHamente, di quando la scienza è per tutti!

Ottobre 12 @ 21:30 - 22:30

Locandina presentazione Greco

L’arte è parte vitale e integrante dell’evoluzione umana; la scienza un suo essenziale corollario. Non c’è separazione tra le due culture: esse si incontrano, sostanziandosi in un dialogo continuo di scambio e influenze reciproche.

Il 12 ottobre 2020 alle ore 21.30 nell’ambito della quarta edizione di FermHamente – Festival della Scienza di Fermo – quest’anno in una veste completamente online con decine di laboratori, conferenze e contenuti in live streaming – Pietro Greco presenterà presso il suo nuovo libro “Homo. Arte e scienza” (Di Renzo Editore), ripercorrendo i grandi momenti della storia della conoscenza che hanno visto le discipline umanistiche frequentare e talvolta fondersi a quelle scientifiche. L’arte e la scienza, lungo quattro direttrici: l’evoluzione dell’arte e della scienza nella storia umana; il dialogo tra arte e scienza; la scienza che influenza l’arte; l’arte che influenza la scienza e diventa essa stessa scienza. Metodi diversi, medesimo intento e reciproche ispirazioni.

Libro di Pietro GrecoUn dialogo a due con Gian Italo Bischi (Professore Ordinario di Matematica Generale presso la Facoltà di Economia dell’Università di Urbino, nonché esperto d’arte) sull’arte come elemento essenziale della comunicazione pubblica della scienza e sulla necessità di costruire – attraverso una fitta rete di ragionate interconnessioni – una mappa del mondo che apparirebbe altrimenti del tutto caotico.

Pietro Greco, giornalista e scrittore, è tra i nomi più autorevoli della divulgazione scientifica in Italia. Già coautore e responsabile scientifico per la RAI della famosa trasmissione “Pulsar: storia della scienza e della tecnica nel XX secolo” e direttore del Master in Comunicazione scientifica della SISSA di Trieste, dove attualmente è project leader del gruppo di ricerca ICS (innovazioni nella comunicazione della scienza). Storico conduttore del programma “Radio 3 Scienza”, è consulente scientifico per Rai Cultura. È stato consigliere del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dal 2006 al 2008 e membro del consiglio scientifico dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA). Da sempre impegnato con i più giovani nella formazione di una classe di giornalisti dedita alla ricerca in comunicazione scientifica. È cittadino onorario della città di Forlì. È accademico corrispondente delle classi di discipline umanistiche e scientifiche dell’Accademia delle Arti del disegno di Firenze. Nel 2019 è stato eletto laureato illustre dell’Università Federico II di Napoli. È caporedattore del magazine “Il Bo Live” dell’Università di Padova e presidente del Circolo Georges Sadoul di Ischia. Tra le sue molte opere, segnaliamo la monumentale storia “La scienza e l’Europa”, dalle origini ai nostri giorni.

Gian Italo Bischi, è Professore Ordinario di Matematica Generale presso la Facoltà di Economia dell’Università di Urbino. I suoi principali interessi di ricerca riguardano la Teoria qualitativa dei sistemi dinamici non lineari e la relativa applicazione ai campi delle scienze sociali, nonché dell’economia, della biologia e della fisica. Ha approfondito in particolare: i problemi di sincronizzazione del caos, on-off intermittency, riddling e applicazioni; lo studio di modelli dinamici differenziabili a tratti, discontinui, con discontinuità finite o infinite; la divulgazione di concetti legati alla complessità e non linearità nelle scienze, nella società e nella letteratura. Molti gli articoli su riviste scientifiche internazionali e intensa la sua attività convegnistica e seminariale nazionale e internazionale.

Un appuntamento virtuale senza necessità di prenotazione, a libera visione e fruibile collegandosi all’orario dell’evento al link: https://www.facebook.it/fermhamente

Dettagli

Data:
Ottobre 12
Ora:
21:30 - 22:30